Podcast

Ultimo Articolo.

Mi sono innamorato del podcasting, non c'è nulla da fare: al cuor non si comanda.


Dopo un'intera estate eccoci di nuovo qui (col nuovo logo, stavolta definitivo e creato da me in persona), su questa nicchia del web dove avete letto i miei sproloqui per ben tre anni.
Tre anni fantastici, dove ho conosciuto un sacco di persone in gamba e ho vissuto pienamente il mondo del blogging.
Questa mia incredibile esperienza termina oggi, ma non temete, non sparirò dal web.
Come sapete, il 27 ottobre 2018 ho iniziato il mio podcast, Il Podcast di Kiral. Ciò che mi ha mosso è stata la stessa forza invisibile che, tre anni fa, mi ha spinto ad aprire il blog: la curiosità.
Da ormai un anno penso che i podcast siano l'evoluzione naturale dei blog. Sono entrambi dei mezzi di comunicazione intimi con cui condividere le proprie passioni, ma i podcast hanno una marcia in più.
Almeno, io li ho sempre visti così.

La differenza tra i podcast e i blog sta nel potenziale: i primi sono il futuro, i secondi il passato
La crescita esponenziale dell'interesse del pubblico nei confronti dei podcast è sotto gli occhi di tutti, la community italiana sta nascendo proprio ora, forte di figure di riferimento che possiamo definire "pionieri" del podcasting.
Per quanto anche i blog conservino uno zoccolo duro di utenza, nei podcast sento un'aria diversa: ogni giorno nascono show diversi ed avanguardistici
Sento il fervore delle idee, la voglia di mettersi in gioco e la fame di futuro che, purtroppo, non sento più nel mondo del blogging.
Ovviamente (e per fortuna) le eccezioni ci sono, ma la differenza si percepisce lo stesso.
La Nicchia di Kiral resterà un gigantesco archivio di ricordi, che continuerò ad utilizzare come base per alcune puntate dello show. 
Per continuare a leggere i miei sproloqui vi invito a seguire il mio canale Telegram (clicca qui) in cui ogni tanto scrivo opinioni brevi su videogiochi, fumetti e dintorni. Su quel canale, inoltre, condivido ogni puntata del podcast e i "dietro le quinte" dello show... insomma, è il posto perfetto per non perdevi nulla di ciò che faccio online.

Per concludere, voglio lanciare un appello a tutti i blogger che stanno leggendo questo articolo: se siete anche solo minimamente interessati, iniziate un podcast! Non ve ne pentirete, parola mia!
Non servono competenze informatiche, utilizzando Spreaker come piattaforma principale è un gioco da ragazzi (ovviamente per qualsiasi domanda potete scrivermi qui sotto nei commenti o su Telegram).

Come scrivevo all'inizio... Mi sono innamorato del podcasting, non c'è nulla da fare: al cuor non si comanda.

PS: Che ne sarà de Il Giurista Digitale? 
Il progetto si farà nei tempi previsti, ovvero il prossimo anno.
Per sapere precisamente quando vedrà la luce, vi basta entrare nel mio canale Telegram o seguirmi su Instagram.

Dove continuare a seguirmi, oltre al podcast:
  • Canale Telegram: clicca qui!
  • Instagram: clicca qui!
  • YouTube (con tutte le puntate del podcast, anche quelle che elimino dalle altre piattaforme per far spazio a quelle nuove): clicca qui!

Commenti

  1. 7 agosto...quasi un mese esatto!
    Mi ha colpito quella parola che citi spesso nel podcast..noia. Vero: non è questione di post noiosi, è questione di tran-tran, di ripetitività di approccio alla blogosfera..l'ho sentita anche io, questa sensazione.
    Bisogna avere una forte motivazione per portare avanti un progetto, soprattutto nei ritagli di tempo da studio o lavoro e vita privata.
    A te le motivazioni e l'entusiasmo non ti mancano affatto (anche perché sei ancora un giovinastro :D). Ammetto che (complice anche la scelta dalla base musicale) mi è venuta un po' di malinconia, sentendo le tue parole; anche se effettivamente è giusto che tu porti avanti ciò che è meglio, ciò che ti dà più motivazione e divertimento.
    Io attendo con curiosità il progetto del giurista digitale.
    Bravo Kiral, in bocca al lupo per tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto è tutto lì: stare nell'ambiente che si sente più comodo :)
      Questo autunno inizio a buttar giù i primi script per il giurista digitale, voglio avere una bella base di partenza!

      Grazie mille Riky :D

      Elimina
  2. Io, da blogger, non ritengo il blogging "passato", anzi secondo me la forma scritta è sempre attualissima e ricercata, e secondo me è il futuro. Io stesso non resto fisso sul modo di bloggare (presto, le mie novità), il podcast l'ho sperimentato in passato (e probabilmente tornerò a farlo), sono anche finito per fare vera e propria radio, ma la forma scritta (con possibilità di immagini, video, link) è imbattibile.
    Quindi, mi raccomando: la forma scritta è ancora il futuro, per mille motivi (specie perché il tempo di fruizione lo decidi tu: non sempre ho tempo di ascoltare/vedere coi tempi degli altri!) mentre il podcasting è sicuramente una bella forma, ma resta un contorno secondo me. Una raccolta, diciamo!
    In bocca al lupo per tutto! 💪💪💪

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo sul fatto che la scrittura è fatta per restare (vedi Medium e simili, ma anche lo stesso Blogger). Il mio ragionamento, però, verte tutto sull'ambiente: nel mondo del podcasting c'è freschezza perché ogni giorno vedo nascere realtà nuove, mentre nel mondo del blogging è tutto più fermo. In pochi vogliono vivacizzare la blogosfera con progetti totalmente nuovi: i blogger son sempre quelli, i podcaster sono in costante aumento (è una cosa assolutamente fisiologica, ma la differenza, nell'ambiente, si sente eccome).

      Insomma, il mio ragionamento non è volto a sminuire blog come mezzo di comunicazione (lo ritengo molto simile al podcast, come sai), ma è una semplice analisi di due mondi de facto diametralmente opposti che mi stimolano in modo diverso :)

      Elimina
  3. Io mi sento solo di farti l'in bocca al lupo e tutti i successi possibili con i podcast.
    In effetti anch'io negli ultimi mesi sto seguendo alcuni podcast ( quelli di DuFer e della Murgia su tutti ), quindi concordo che è un buon modo di comunicare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Pirkaf! Quello di DuFer forse è proprio quello che mi ha spinto proprio ad iniziare XD

      Elimina
  4. Non so se sia il futuro o meno, per te è il presente e ti auguro tanta fortuna ;)

    RispondiElimina
  5. Sai come la penso sui podcast ☹️ ma ti faccio comunque un in bocca al lupo!
    Come Riky, anche io resto in attesa del giurista 😉

    RispondiElimina
  6. Seguivo il tuo blog, ora seguo il tuo podcast e ti ascolto su Telegram... indipendentemente dal mezzo, per me sei tu quello pieno di idee!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Orso, sei il più stoico di tutti :D

      Elimina
  7. Un blog inutile di meno

    RispondiElimina

Posta un commento